ENTROFOBESSE

SOUNDS OF A PAST GENERATION

BUY

INFO

SOUNDS OF A PAST GENERATION
Suoni di una generazione andata è il concetto primario attorno al quale ruota tutto quello che c'è di nuovo negli Entrofobesse. Un ritorno al passato verso modelli di convivenza più genuini, il dissenso intransigente verso i sistemi che mettono in commercio strutture mentali preconfezionate. Il malessere di vivere in un mondo nel quale è crescente la decadenza eco-umana.
Sounds Of A Past Generation (Seltz, Audioglobe, 2016), registrato da Carlo Natoli e masterizzato da Lorenzo Stecconi, è il nuovo disco della band siciliana che torna sulla scena indie a sette anni di distanza dal precedente "Behind My Spike" (Wild Love, 2009).
Psichedelia, space rock, tanto noise, super fuzz, echi 70’s, atmosfere nebulose, oscure e tanto tanto sudore, contraddistinguono le tracce dell'album e mostrano gli Entrofobesse come un essere in continua mutazione, alla ricerca di una sacralità ideale realizzabile nella mente solo attraverso la musica.
Sono ospiti nel disco anche Carlo Natoli e il bluesman ibleo Stefano Meli.
La copertina dell’album mostra un’opera del pittore Paolo Stefanelli intitolata “Agonismo dell’assemblaggio umano n 1”.

 

TRACKLIST

1 It’s A Good Day To Die

2 Revolution Day   

3 Big Sky   

4 Promise Land   

5 Black Empire   

6 Sound Of A Past Generation   

7 Big Black Heart   

8 Human Condition   

9 Suzanne’Silver

·   VIDEO   ·